top of page

Cos'è lo Stress

Quando ci si ferma e si osservano con attenzione gli effetti dello stress, si può capire come questo abbia ripercussioni non solo sul nostro corpo: è infatti in grado di alterare la mente, le emozioni e il comportamento. Più comprendiamo lo stress e come influisce su di noi, più facile sarà adottare misure positive per gestirlo. Il seguente articolo spiega cos'è lo stress e in che modo influisce sul corpo ma, soprattutto, cosa puoi fare per gestirlo.


Ci siamo passati tutti. Che si tratti di sostenere un esame, fare un trasloco o persino correre per non perdere l'ultimo treno, tutti hanno provato qualche forma di stress nella loro vita. Può essere uno stress quotidiano come rimanere bloccato nel traffico o uno stress a lungo termine come affrontare una malattia o un infortunio cronici. Qualunque sia la situazione, lo stress sembra sempre presentarsi sotto forma di quella sensazione così familiare che proviamo sia sul piano fisico che emotivo.

Si parla molto di stress, ma sappiamo effettivamente definire di cosa si tratta?

Lo stress è essenzialmente la reazione del corpo quando si sente minacciato o sotto pressione. Queste pressioni possono derivare dall'ambiente esterno, dalla nostra vita privata, dal lavoro o persino dal ruolo che svolgiamo nella società, ad esempio essere un buon genitore, un buon caregiver o un buon partner.


Lo stress nei secoli

Il motivo per cui proviamo stress è molto evidente se consideriamo le nostre origini. Per i nostri predecessori, lo stress era essenziale per la sopravvivenza quando si trattava di avvistare i predatori e sfuggire alle minacce. Non sarebbe possibile evitare i pericoli se il nostro corpo non aumentasse i livelli di adrenalina, mettendoci in uno stato di iper-allerta verso gli aggressori.


"Lotta o fuga" è un'espressione comunemente associata allo stress e non è altro che una reazione fisiologica istintiva che ha il nostro corpo quando si trova di fronte a una minaccia. Ancora oggi nella maggior parte di noi si attiva questa reazione innata di lotta o fuga di fronte ai pericoli; tuttavia, questa risposta non è proporzionata ai fattori di stress quotidiani del giorno d'oggi. Ad esempio, correre per non perdere il treno non è paragonabile a scappare da una tigre dai denti a sciabola! Di conseguenza, lo stress oggi si manifesta in modo più sottile ma molto più costante e per questo può essere più difficile da rilevare.


Come lo stress influisce sul corpo

Anche se ora lo stress potrebbe essere più difficile da rilevare rispetto all'età della pietra, la risposta biologica del corpo allo stress è sempre la stessa. La spiegazione sta in due ormoni: il cortisolo e l'adrenalina.


Stress acuto

L'adrenalina è un ormone prodotto in risposta a uno stress improvviso subito dal corpo. Quando ci si trova di fronte a uno stress molto intenso, una parte del cervello chiamata amigdala percepisce il pericolo e invia un segnale di emergenza a un'altra parte del cervello chiamata ipotalamo. L’ipotalamo, quindi, comunica la presenza di un pericolo al resto del corpo. Si attiva così la risposta "lotta o fuga" e tutti i cambiamenti fisici che avvengono in presenza di stress acuto, come respirazione accelerata, aumento della pressione sanguigna, battito cardiaco accelerato e dilatazione/costrizione dei vasi sanguigni principali. Tutti questi passaggi avvengono così rapidamente che non ci rendiamo neanche conto dell'efficienza di questi processi interni.

Il cortisolo contribuisce a fornire ai muscoli una risorsa energetica immediata rilasciando glucosio. Il cortisolo inibisce inoltre la produzione di insulina in modo che il corpo possa utilizzare immediatamente il glucosio rilasciato, prevenendone l'accumulo.


Stress cronico

Il cortisolo svolge un ruolo importante anche nella risposta "lotta o fuga"; tuttavia, è più comunemente associato allo stress non necessario per l'immediata sopravvivenza.

Questo fenomeno è spesso chiamato stress cronico. Ogni volta che una persona è sotto stress, viene influenzata la regolazione del cortisolo all'interno del corpo. Gli effetti fisici del cortisolo rimangono nel corpo per molto più tempo dell'adrenalina.


La notizia buona...

Lo stress può essere molto utile in determinate circostanze. Ad esempio, alcuni studi dimostrano che un livello gestibile di stress può influire positivamente sulla motivazione e sulla produttività. Tuttavia, se determinati livelli gestibili di stress possono sembrare innocui sul momento, avere scadenze lavorative molto brevi di settimana in settimana può favorire l'accumulo dello stress nel corso dei mesi o addirittura degli anni. È questo accumulo di stress che può avere un impatto negativo sulla salute. Ad esempio, una pressione sanguigna costantemente elevata può portare a un aumento del rischio di malattie cardiache.


La notizia non troppo buona…

Nonostante lo stress sia associato positivamente alla motivazione, oggi purtroppo ha anche molte conseguenze indesiderate e negative. Nelle prime pagine dell'articolo, abbiamo parlato di come la regolazione del cortisolo sia compromessa in presenza di stress. A livello cronico, la sovraesposizione a lungo termine al cortisolo può avere un impatto su molte aree del corpo. Ciò comporta un rischio maggiore di incorrere in molti problemi di salute, tra cui sonno irregolare, malattie cardiache, problemi digestivi, aumento di peso, compromissione della memoria e molte altre malattie croniche.


In che modo lo stress può influenzare le abitudini alimentari e perché

L'effetto degli ormoni dello stress può alterare le tue abitudini alimentari o lasciarti senza alcuna struttura. Lo stress è legato alla perdita dell'appetito per alcuni o a un rapido aumento dell'appetito per altri. Quindi, lo stress non solo può essere correlato alla quantità di cibo consumato, ma ha anche un impatto sulle abitudini alimentari.


Consiglio n° 1 – Elimina lo stress ove possibile

Come accennato in precedenza, a volte lo stress è inevitabile. Tuttavia, esiste sicuramente un elemento di "auto-aiuto" quando si tratta di stress: alcuni fattori stressanti, infatti, non sono necessari e possono essere evitati. Se trovi stressante il pensiero di arrivare tardi al lavoro, svegliati un po' prima per avere più tempo al mattino ed evitare di fare tutto di corsa. Un po' di disciplina nella propria routine può ridurre enormemente i livelli di stress. Se cambi ambiente, potresti scoprire che è più semplice affrontare l'inevitabile stress in altre aree della tua vita.


Consiglio n° 2 – Fai attività fisica almeno una volta al giorno

Non sottovalutare mai il potere dell'esercizio fisico! Che si tratti di un allenamento HIIT completo o di una passeggiata rilassante intorno a casa, muoversi è importantissimo per alleviare lo stress. Quando si fa movimento, il corpo rilascia naturalmente le endorfine, ossia sostanze chimiche prodotte dal sistema nervoso. Queste sostanze chimiche prodotte naturalmente vengono spesso definite "molecole della felicità". Sono naturali e sono GRATIS, quindi perché non approfittarne?


Consiglio n° 3 – Entra in contatto con la natura

Potresti essere sorpreso da questo quarto consiglio, ma in realtà è stato dimostrato che trascorrere del tempo all'aperto può migliorare il tuo benessere mentale. Se ti senti un po' stressato, magari ritagliati del tempo per fare una passeggiata dove puoi goderti panorami rilassanti oppure in mezzo alla quiete di un bosco. Potresti anche provare a coltivare un hobby all'aperto come il giardinaggio o l'osservazione degli uccelli.


Consiglio nº 4 – Adotta abitudini alimentari sane

Se hai in mente uno specifico fattore di stress, è facile trascurare le abitudini quotidiane, come gli orari dei pasti, perché ti sembra che il tuo cervello sia in grado di concentrarsi solo su quel pensiero stressante. Sebbene si possa pensare che una cosa così semplice come mangiare a orari prestabiliti non sia importante, è molto più facile combattere lo stress se mangiamo bene.

bottom of page